Il Tar dà ragione alle famiglie rom: il campo non va sgomberato

Il Tar respinge l'ordinanza di sgombero del Comune di Brescia per il campo nomadi abusivo di Via Labirinto: ci sono troppi bambini, le roulotte rimangono dove sono

Il campo nomadi abusivo di Via Labirinto, spuntato come un ‘fungo’ solo pochi giorni fa, non potrà essere sgomberato da Comune e Polizia Locale per la presenza di numerosi bambini in età scolare, alcuni di loro pure ammalati.

Lo ha deliberato il Tar accogliendo il ricorso presentato dalle famiglie rom, ora in attesa di una nuova sentenza prevista per i primi giorni di gennaio. Solo pochi giorni fa, a seguito dello scoppiare di non poche polemiche, il sindaco Emilio Del Bono aveva giusto firmato un’ordinanza: il campo nomadi è in un terreno agricolo e deve essere sgomberato.

Nella piccola area ‘occupata’ dalle roulotte erano state anche rilevate gravi carenze igienico-sanitarie da parte degli ispettori dell’Asl, in zona per un sopralluogo. Le case mobili sarebbero risultate sprovviste sia di forniture idriche che elettriche.

L’area è comunque di proprietà dei nomadi, regolarmente acquistata. Ma alle porte di Fornaci il malcontento regna sovrano, in attesa di nuovi sviluppi, non prima del 2015.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di Veronica: uccisa a 19 anni da una meningite fulminante

  • Giovane padre ucciso dalla malattia: "Te ne sei andato troppo presto, proteggici da lassù"

  • Si sente male all'Università, poi la situazione precipita: ragazza muore di meningite

Torna su
BresciaToday è in caricamento