Il Tar dà ragione alle famiglie rom: il campo non va sgomberato

Il Tar respinge l'ordinanza di sgombero del Comune di Brescia per il campo nomadi abusivo di Via Labirinto: ci sono troppi bambini, le roulotte rimangono dove sono

Il campo nomadi abusivo di Via Labirinto, spuntato come un ‘fungo’ solo pochi giorni fa, non potrà essere sgomberato da Comune e Polizia Locale per la presenza di numerosi bambini in età scolare, alcuni di loro pure ammalati.

Lo ha deliberato il Tar accogliendo il ricorso presentato dalle famiglie rom, ora in attesa di una nuova sentenza prevista per i primi giorni di gennaio. Solo pochi giorni fa, a seguito dello scoppiare di non poche polemiche, il sindaco Emilio Del Bono aveva giusto firmato un’ordinanza: il campo nomadi è in un terreno agricolo e deve essere sgomberato.

Nella piccola area ‘occupata’ dalle roulotte erano state anche rilevate gravi carenze igienico-sanitarie da parte degli ispettori dell’Asl, in zona per un sopralluogo. Le case mobili sarebbero risultate sprovviste sia di forniture idriche che elettriche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’area è comunque di proprietà dei nomadi, regolarmente acquistata. Ma alle porte di Fornaci il malcontento regna sovrano, in attesa di nuovi sviluppi, non prima del 2015.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo focolaio bresciano: positivi 15 ragazzi, sono tutti in isolamento

  • Uccide una bimba travolgendola sulle strisce: padre di famiglia in manette

  • Tragico schianto sulla 45bis: auto schiacciata da un camion, morto il conducente

  • Animatore del grest positivo al coronavirus, bambini e ragazzi in isolamento

  • Bimba travolta e uccisa sulle strisce: l'automobilista si è costituito

  • Auto precipita per decine di metri, morto il medico Giorgio De Thierry

Torna su
BresciaToday è in caricamento