Un cartello per dirsi addio: chiude storico bar bresciano

Serrande abbassate a breve al Caffè Capriccio di Brescia, Via Vittorio Emanuele II: Wilma e Giovanni gettano la spugna. Una vita dietro al bancone: avevano cominciato negli anni '80 in Via Cipro

Una delle ultime colazioni al Caffè Capriccio (foto Facebook)

Wilma e Giovanni gettano la spugna. I titolari del Caffè Capriccio di Via Vittorio Emanuele II ha deciso di ritirarsi dall'attività, e forse finalmente godersi la meritata pensione. Marito e moglie, da una vita dietro al bancone: da almeno 20 anni al Capriccio, da più di 30 quando aprirono il primo locale in Via Cipro.

L'ultimo saluto è ancora da venire, ma da qualche giorno un cartello capeggia sull'ingresso del locale, in cui viene annunciata la “chiusura definitiva” con conseguente “restituzione delle autorizzazioni”.

Trattative in corso? Sul futuro del bar non ci sono ancora indiscrezioni. Certo è che se ne va un altro pezzo di storia della città. Dalle colazioni agli aperitivi, e poi i pranzi di lavoro dove spesso non mancava il pesce.

Qualità, esperienza e soprattutto cordialità: il bar di Wilma e Giovanni mancherà a tanti. E ai clienti mancheranno anche loro: "Pur essendo tifosi dell'Inter", come testimoniano le fotografie su Facebook.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • "Non so come l'ho preso": parla la ginecologa positiva al coronavirus

  • Secondo caso bresciano di Coronavirus: è una ginecologa di 36 anni

  • Emergenza coronavirus: scuole chiuse in tutta la Lombardia

  • Coronavirus, Lombardia 'blindata": scuole chiuse, bar e locali off limits dalle 18

Torna su
BresciaToday è in caricamento