Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca Via Cremona, 64/b

Cadavere nella valigia: la vittima è un 30enne che abitava nella palazzina

Il corpo privo di vita appartiene a un uomo d'origine indiana. E' stato rinvenuto piegato in posizione fetale all'interno della valigia insieme all'arma da taglio con cui probabilmente è stato commesso l'omicidio

Il cadavere di un uomo è stato trovato, stamani prima dell'alba, stipato in una valigia all'interno di un condominio a Brescia. Il corpo è stato scoperto intorno alle 4 nell'androne della palazzina, in via Cremona 64.

Identità vittima: forse già riconosciuta, ma si attendono i risultati dell'Afis per l'ufficialità



La vittima è un indiano di circa 30 anni: presenta cinque coltellate al petto e alcune alle gambe: forse nel tentativo di fare a pezzi il cadavere. L'uomo viveva con dei connazionali nello stabile e pare che spesso nell'appartamento scoppiassero liti. E' quindi probabile che il delitto sia stato commesso in quest'ambito.

In casa è stato trovato un tesserino per viaggiare sugli autobus, ma si dovrà attendere l’Afis pechè si possa risalire al nome del proprietario. L'omicidio è accaduto all'ultimo piano del condominio e lo testimonia una lunga scia di sangue che arriva fino all'androne dello stabile. In camera da letto e in bagno, sono state trovate tracce di sangue.

I carabinieri stanno sentendo in caserma gli inquilini. E' stato uno di loro, uno straniero, mentre rincasava, ad imbattersi nella valigia, da cui sporgeva la testa dell'uomo, all'ingresso del condominio. Un inquilino ha raccontato di aver sentito delle urla sabato sera nell'appartamento degli indiani che erano ubriachi. Ora i militari stanno cercando i connazionali che vivevano con la vittima.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cadavere nella valigia: la vittima è un 30enne che abitava nella palazzina

BresciaToday è in caricamento