rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Cronaca Via Alberto Magnocavallo

Trovata senza vita in un cassonetto, la sua morte è ancora un mistero

Solo l'esame autoptico potrà chiarire la causa del decesso di Marta Baroni, il cui cadavere è stato ritrovato mercoledì mattina nel cassonetto del verde

Una morte circondata da tanti, forse troppi, punti interrogativi. Il corpo senza vita di Marta Samantha Baroni è stato ritrovato in un cassonetto del verde, intorno alle 11 di mercoledì mattina, in via Magnocavallo. La salma era coperta da rami e da foglie, ma pare non presentasse alcun segno di violenza. 

Un'evidenza che ha fatto propendere gli investigatori per la pista della morte naturale. Una tesi che sarebbe avvalorata anche dalle voci sul presunto consumo di stupefacenti da parte della 34enne e dal ritrovamento di alcuni psicofarmaci nella borsa della giovane, nata uomo e diventata donna al termine di un lungo e doloroso percorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovata senza vita in un cassonetto, la sua morte è ancora un mistero

BresciaToday è in caricamento