Cronaca Via Vittorio Veneto

Bomba alla scuola di polizia, svolta nelle indagini: i primi due indagati

Svolta nelle indagini: i presunti attentatori di Via Vittorio Veneto a Brescia, alla scuola di polizia PolGai, hanno un volto e un nome. Sono due anarchici di origini spagnole, uno dei quali nato a Brescia

Copyright © Bresciatoday.it

Questi i nomi: Juan Antonio Sorroche Fernandez, 40 anni e originario di Girona, in Catalogna, e Manuel Oxoli, 35 anni e invece nato a Brescia. Risultano entrambi iscritti nel registro degli indagati, accusati di attentato con finalità terroristiche e di detenzione e fabbricazione di esplosivo.

La bomba venne fatta esplodere in Via Vittorio Veneto, alle spalle dell'edificio dove trova posto la sede della PolGai, la scuola di polizia giudiziaria, amministrativa e investigativa. Uno dei due attentatori venne inquadrato, incappucciato, dalle telecamere di videosorveglianza.

Poco più di un anno dopo, la svolta nelle indagini: identificati i due presunti attentatori. Che ora sono attesi, per difendersi dalle accuse, davanti al giudice per le indagini preliminari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bomba alla scuola di polizia, svolta nelle indagini: i primi due indagati

BresciaToday è in caricamento