Cronaca Centro / Via Solferino

Minacce, botte e spaccio di droga: la Questura chiude un locale bresciano

Chiuso un locale (per due settimane) in Via Solferino a Brescia: droga e risse, anche se solo sfiorate, i motivi di ordine pubblico che hanno spinto la Questura a firmare il decreto

Licenza sospesa, e per almeno 15 giorni: lo ha deciso la Questura. Serrande abbassate per un bar di Via Solferino, zona allargata della stazione di Brescia: il titolare era già stato avvisato, troppi gli eventi “illeciti” registrati nell'ultima settimana, con altrettanti interventi da parte della Polizia di Stato.

Due in due giorni: domenica sera, quando gli agenti sono dovuti intervenire per sedare una rissa, per fortuna soltanto abbozzata, e poi lunedì, quando in manette ci è finito un giovane spacciatore. Droga e risse, anche se solo sfiorate: troppo per tenere aperto un locale, in queste condizioni.

E così la Questura ha deciso: sospensione della licenza per 15 giorni per motivi di sicurezza pubblica. Dai semplici avvisi ai fatti: e in caso di recidiva, chissà, non si esclude che possa essere utilizzato anche lo strumento della revoca.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce, botte e spaccio di droga: la Questura chiude un locale bresciano

BresciaToday è in caricamento