rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca

Rapine in centro: chiuso il cerchio, quattro in carcere

Anche il quarto complice, un senegalese di 47 anni, è finito dietro alle sbarre, la banda è stata "ricostituita".

Si sono conosciuti nell'ex Ideal Clima di via Milano, hanno messo in piedi una vera e propria banda criminale, hanno seminato il panico per diverse settimane ed ora si ritrovano in carcere: sono finalmente chiuse le indagini in merito alla banda di rapinatori che nei mesi scorsi ha agito in centro città. 

In totale i colpi messi a segno sono almeno 12 (tanti sono quelli accertati), probabilmente alcuni di più. Tre dei quattro componenti della banda, due cittadini tunisini, classe '82 e '83, e un senegalese del 1974, sono stati arrestati a inizio marzo durante un blitz in un casolare abbandonato di via Brunelleschi. A mancare all'appello era il quarto complice, un altro senegalese di 47 anni, finito in manette nei giorni scorsi e già in carcere.  

Tutti e quattro gli immigrati sono clandestini sul territorio nazionale, e hanno precedenti alle spalle. I colpi sono stati messi a segno tra l'otto febbraio e il dodici marzo. Violento il modus operandi della banda: i malviventi accerchiavano la vittima, scelta a caso, e dopo averle puntato un coltellino svizzero alla gola si facevano consegnare soldi, cellulari e altri eventuali oggetti di valore. Il colpo più ricco, e forse il più violento, è stato messo a segno ai danni di un pasticcere, percosso con calci e pugni e privato di 1.000 euro in contanti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapine in centro: chiuso il cerchio, quattro in carcere

BresciaToday è in caricamento