Cronaca Mompiano

Folli rapine al parco: costretti a sdraiarsi a terra e a baciare le scarpe

La Polizia Locale di Brescia ha sgominato la baby-gang che la scorsa estate ha seminato il panico tra i minorenni dei parchi di Casazza e Mompiano

La scorsa estate avevano bullizzato (e rapinato) i loro coetanei in almeno due occasioni, ai parchi di Casazza e Mompiano: calci e spintoni, minacce, furti di contanti e biciclette. Sono stati identificati in poche settimane dagli agenti della Polizia Locale di Brescia: quattro i giovanissimi componenti della baby-gang finita nel mirino delle forze dell’ordine. A capo del sodalizio un 14enne - classe 2006 - ora sottoposto a misura cautelare e già trasferito in comunità, in attesa dell’interrogatorio di convalida.

Non sono invece imputabili gli altri tre: tra loro anche una ragazza, ma avevano soltanto 13 anni all’epoca dei fatti (e così dice la legge). Gli episodi contestati, come detto, al momento sono due in particolare: il 4 agosto scorso, nei parchi pubblici di Casazza e Mompiano.

Gli episodi ai parchi di Casazza e Mompiano

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, a Casazza la baby-gang avrebbe aggredito e derubato un gruppetto di ragazzini, portandosi via almeno due delle loro biciclette: la refurtiva era però stata subito abbandonata per l’arrivo di una pattuglia della Locale. Ancora più grave il secondo episodio, a Mompiano.

In questo caso la “banda” avrebbe costretto un ragazzino a sdraiarsi a terra e a baciar loro le scarpe. Coinvolta in prima linea anche l’unica ragazza del gruppo: avrebbe estratto un coltellino svizzero per tenere a bada gli amici del minorenne bullizzato, e avrebbe collaborato attivamente alla successiva aggressione con rapina (magro bottino: 10 euro).

Saranno i genitori delle vittime a denunciare l’accaduto. Le indagini, coordinate dal nucleo di Polizia giudiziaria del comando di Via Donegani, hanno portato all’identificazione della baby-gang e al fermo del “capobanda”. Al vaglio degli investigatori anche ulteriori episodi segnalati in estate e non solo, in diverse zone della città.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Folli rapine al parco: costretti a sdraiarsi a terra e a baciare le scarpe

BresciaToday è in caricamento