Cronaca Via della Volta

Chiede di non fumare sull'autobus: autista preso a calci e pugni

Ennesima aggressione a tarda sera: pugni e calci per aver redarguito e allontanato un passeggero che fumava.

Aveva semplicemente chiesto di non fumare sull'autobus. È stato bloccato, picchiato e rapinato. Ennesima aggressione ai danni di un'autista su un mezzo di Brescia Trasporti.

L'episodio nella tarda serata di mercoledì, nella zona di via Volta: un passeggero si è accanito contro l'autista, prendendolo a calci e pugni. Tutto sarebbe cominciato quando il conducente del bus si è avvicinato all'uomo, un 45enne tunisino, che in barba al divieto stava fumando una sigaretta.

Il dipendente avrebbe semplicemente redarguito il 45enne, invitandolo a scendere dal bus. Tra i due sarebbe nato un acceso diverbio, sfociato nella brutale aggressione: il tunisino sarebbe passato alle vie di fatto colpendo l'autista con una raffica di pugni e calci. Poi gli avrebbe pure sottratto il cellulare, per evitare che chiedesse aiuto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiede di non fumare sull'autobus: autista preso a calci e pugni

BresciaToday è in caricamento