Cronaca

Fanno sparire dalla società 400.000 euro: nei guai due assicuratori bresciani

A far scattare le indagini la denuncia sporta dalla compagnia assicurativa alla quale i due intermediari avrebbero sottratto 416mila euro di premi. I due sono accusati di appropriazione indebita aggravata

BRESCIA. Incassavano premi assicurativi senza però versarli alla compagnia per la quale lavoravano come intermediari. Un raggiro da 416mila euro che non è passato inosservato: a far scattare le indagini, svolte dalla Guardia di Finanza di Brescia e coordinate dalla Procura, è stata proprio la denuncia presentata dalla società alla quale i due broker avrebbero dovuto versare i premi.

Gli accertamenti bancari effettuati dai militari hanno permesso di accertare che le somme di denaro spettanti alla società finivano in realtà su conti correnti riconducibili ai due intermediari indagati, al termine di un vorticoso giro di operazioni finanziarie. 

I due broker dovranno ora rispondere di appropriazione indebita aggravata per avere causato un notevole danno patrimoniale e per aver commesso il fatto con abuso di prestazione d'opera. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fanno sparire dalla società 400.000 euro: nei guai due assicuratori bresciani

BresciaToday è in caricamento