Si taglia le vene: fuori di sé in ospedale, viene arrestato

In manette un 32enne kosovaro. Ha dato in escandescenze al Pronto Soccorso della Poliambulanza, insultando una dottoressa e danneggiando l'attrezzatura medica

Foto di repertorio

BRESCIA. Nella notte tra mercoledì e giovedì, verso le 2.20, gli agenti della Volante hanno arrestato un cittadino kosovaro del 1983, con l’accusa di resistenza a Pubblico Ufficiale e danneggiamento.

L’uomo, domiciliato presso il campo nomadi di Borgosatollo, era stato portato al Pronto Soccorso della Poliambulanza per essere medicato; poco prima aveva tentato il suicidio tagliandosi le vene.

Una volta in ospedale, però, ha iniziato ad inveire contro la dottoressa che lo stava curando, danneggiando con dei pugni una colonna medica attrezzata.

Al loro arrivo, gli agenti hanno provveduto ad immobilizzarlo, non senza fatica. Il 32enne, con vari precedenti di polizia e irregolare sul territorio, è stato sedato dal personale medico e subito arrestato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento