Cronaca San Bartolomeo / Via Mainetti Dominatore

Brescia: arrestato il truffatore della "biancheria per la casa"

L'uomo, spacciandosi per un commerciante, si è fatto aprire la porta da due signore bresciane per mostrare la merce. Facendole allontanare con un pretesto, ha rubato loro il portafoglio dalla borsetta

Nel pomeriggio di lunedì, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile dei Carabinieri di Brescia hanno arrestato un cittadino napoletano del 1945 che si era reso responsabile, in mattinata, di due furti ai danni di due signore bresciane.

Il primo episodio è accaduto poco dopo le 13.00, quando P.R., in jeans e con un camice da lavoro blu, ha bussato alla porta di un’abitazione privata in via Venturi. Ad aprirgli una signora del 1966.

"Il vostro oro è radioattivo, seppelitelo
in giardino": derubati due anziani

Con il pretesto di fargli vedere la merce che aveva all’interno della sua valigia, l’uomo è entrato nell’appartamento, aprendo la propria borsa per mostrare della biancheria per la casa e invitando la signora ad acquistarla per il prezzo di 700 euro.

Visto il suo rifiuto, l’uomo ha dapprima dimezzato il prezzo della sua mercanzia, poi, non riuscendo comunque a convincere la 47enne, le ha chiesto un bicchiere d’acqua. La signora, per non essere scortese, è andata in cucina lasciando l’uomo da solo in sala da pranzo per un paio di minuti.

Tanto è bastato a P.R. per raggiungere la borsetta sulla libreria in sala e asportarne il portafoglio. Bevuta velocemente l’acqua, ha quindi salutato ed è andato via.

Solo mezz’ora dopo, dovendo uscire di casa, la donna si è resa conto di essere stata derubata, avvisando del fatto il marito e fornendogli la descrizione del ladro.

L'uomo, che stava lavorando come muratore presso un condominio in via Mainetti, dopo un paio d'ore ha notato entrare nel palazzo il malvivente che, con in mano la stessa valigia, si è diretto presso un appartamento dello stabile dicendo di dover consegnare della merce.

Immediata è scattata la segnalazione al 112. All'arrivo dei Carabinieri, l'uomo si era appena allontanato verso il centro città. La tempestiva diramazione della nota di ricerca alle Volanti ha permesso di rintracciarlo in via Tartini, dov'è stato bloccato a bordo di una Fiat Punto.

Sottoposto a perquisizione, è stato trovato in possesso di 190 euro. Altri 500 euro sono stati rinvenuti all’interno dell'auto, assieme alla valigia contenente la biancheria.

Riconosciuto dalla signora di via Venturi e da quella derubata poco dopo, allo stesso modo, in via Mainetti, è stato arrestato da Polizia e Carabinieri per furto aggravato. A suo carico numerosi precedenti di polizia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brescia: arrestato il truffatore della "biancheria per la casa"

BresciaToday è in caricamento