Arrestato il fratello di Balotelli: «Un'ingenuità, ma non ero ubriaco»

Enoch Barwuah, fratello di Super Mario, parla della rissa di Bagnolo e dell'aggressione ai Carabinieri che ha portato al suo arresto: "Non avevo bevuto. In difficoltà per colpa di altri"

In una notte ha superato il fratello Mario. Purtroppo, però, non per gol segnati o coppe e campionati vinti ma per una disavventura dovuta ad un temperamento esuberante. Enoch Barwuah, fratello dell'attaccante del Manchester City e della Nazionale italiana, è stato arrestato la scorsa notte per un'aggressione a due carabinieri che hanno riportate ferite giudicabili guaribili in 15 giorni.

Enoch Barwah, 19, anni, che a differenza di Mario non è stato adottato e che vive con i genitori naturali, è ora agli arresti domiciliari in casa di una zia, con l'accusa di violenza e resistenza a pubblico ufficiale, in attesa di essere processato per direttissima.

Tutto è accaduto in un locale di Bagnolo Mella dove il giovane era in compagnia di amici e della sorella Abigail (già concorrente del Grande Fratello) che per quanto accaduto è stata colta da malore al punto che è stato necessario l'intervento del 118.

I carabinieri sono intervenuti per sedare una rissa scoppiata nel locale ma al loro arrivo il fratello di Super Mario, scalzo e a torso nudo, li ha aggrediti e si è pure scagliato contro l'auto di servizio prendendola a calci e pugni. Enoch Barwuah avrebbe raccontato di essere stato aggredito mentre era con gli amici da un altro cliente del bar che gli avrebbe tolto le scarpe, e che la sua non voleva essere un'aggressione ai carabinieri.

"Mi sono trovato in difficoltà per colpa di altri. Poi ho compiuto una ingenuità. Ma non avevo bevuto". Questa la sua versione riferita da Guido Pagliuca, tecnico del Bogliasco, club di serie D dove il fratello di Balotelli è arrivato da quattro settimane. Pagliuca ha sottolineato che nei confronti del calciatore "per ora non sarà preso alcun provvedimento disciplinare, aspettiamo di conoscere bene i fatti, poi decideremo. Ma non credo che venga punito".

Il tecnico, come altri dirigenti del Bogliasco e compagni di squadra, appena saputo della disavventura, si è messo in contatto con il giovane per conoscere il suo racconto dei fatti. "Questa storia ci ha sorpreso - dice Pagliuca - perché noi conosciamo Enoch come un ragazzo eccezionale, educato, rispettoso verso tutti, compagni e dirigenti. Quando l'ho sentito era dispiaciuto, ma ha specificato che si è trovato nei guai per colpe altrui".

Il giovane era finito per la prima volta sulle pagine dei giornali quando, nell'ottobre del 2010, in compagnia del più noto fratello, a bordo di un'auto di grossa cilindrata, era finito nel cortile del carcere femminile di Verziano. Mario Balotelli, quando è in Italia, molto spesso trascorre le serate con il fratello con il quale, come con la sorella, ha un ottimo rapporto.

Giudicato una promessa del calcio come Super Mario, aveva seguito il fratello in Inghilterra dove aveva disputato qualche partita nello Stoke City e nel Salford City. Dopo la parentesi inglese era tornato in Italia ed era approdato al Gubbio. Con la squadra umbra aveva partecipato al ritiro ma dopo molti tentennamenti per la firma del contratto, nel novembre scorso, ha firmato per il Bogliasco, squadra ligure che milita in serie D. "Sono contento, voglio rimettermi in gioco" era stata la sua dichiarazione una volta firmato il contratto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due sorelle, lo stesso tragico destino: uccise dal cancro a distanza di 20 giorni

  • Donna trovata morta in campagna: tragedia avvolta nel mistero

  • In arrivo intensa ondata di maltempo, porterà pioggia e abbondanti nevicate

  • Orzinuovi piange la scomparsa del ristoratore Tonino Casalini

  • Sposato, padre di 3 figli: prende a schiaffi e pugni la moglie in strada

  • Brescia, morta Leontine Martin: era al vertice di un'azienda da mezzo miliardo di euro

Torna su
BresciaToday è in caricamento