"E' mia moglie, posso picchiarla quando voglio": arrestato 41enne

Arrestato a Brescia un uomo di 41 anni: marito violento, picchiava la moglie di 32 davanti ai figli piccoli. L'ennesimo litigio sabato notte, per futili motivi. L'uomo si barrica in casa e agli agenti risponde così: "La moglie è mia, la picchio quando voglio"

I segni delle botte, i lividi. Perfino una frattura al polso, camuffata invece da semplice incidente domestico, una caduta in casa. Sintomi di una violenza quasi quotidiana, e in pieno centro a Brescia, a due passi dalla galleria Tito Speri. Vittima una giovane donna di 32 anni, di origini lituane, ora trasferita in una struttura protetta insieme ai due figli, di 4 e 8 anni.

Dall’altra parte un marito violento, un uomo di 41 anni e di origini egiziana. La picchiava spesso, sembrava non finire mai. Per futili motivi, prima alzava la voce e poi le mani. Forse beveva. Sabato notte l’ultima chiamata: la Polizia arriva in casa che ormai è quasi l’alba, sono le 5 del mattino. L’uomo non apre la porta, si barrica in casa.

"E' mia moglie, posso picchiarla quando voglio". Avrebbe detto così agli agenti, poco prima di essere arrestato. Cronaca dell’ennesimo litigio degenerato: la donna si alza, per andare al lavoro. Si sveglia anche il marito, lei le chiede di sistemare un po’ la stanza. Lui reagisce con le botte, ancora una volta. Forse l’ultima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

Torna su
BresciaToday è in caricamento