Arrestato spacciatore: è in Italia con un permesso per motivi umanitari

La Polizia Locale di Brescia ha arrestato un tunisino per detenzione ai fini di spaccio di droga. L'uomo, tunisino classe 1985, si trova a Brescia con permesso di soggiorno per motivi umanitari, rilasciato dalla Questura di Crotone

La Polizia Locale di Brescia, durante un servizio di presidio dell’area stazione, ha arrestato un tunisino per detenzione ai fini di spaccio di droga. L’uomo, classe 1985, si trova a Brescia con permesso di soggiorno per motivi umanitari rilasciato dalla Questura di Crotone il 13 luglioscorso. Fermato per il controllo dei documenti, ha mostrato sotto richiesta degli agenti un sacchetto che teneva nelle tasche dei jeans, contenente 10 piccole dosi di hashish, pronte per lo smercio.

Lo spacciatore è stato così accompagnato al Comando di Via Donegani dove è proseguita la perquisizione personale, dando esito negativo per quanto riguarda altre sostanze stupefacenti, ma rinvenendo una somma di denaro pari a euro 125 suddivisa in più banconote. Dagli accertamenti svolti in seguito è emerso che il tunisino era indagato per i reati di devastazione, incendio, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale dalla Digos di Caserta.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Devi far sesso con me, ma voglio i soldi": si rifiuta, lei lo butta giù dalla finestra

  • Brutta sorpresa dopo lo shopping: auto sparite fuori dal centro commerciale

  • Tragico infortunio sul lavoro: morto giovane operaio

  • Da pochi mesi in Indonesia, morto a 42 anni Davide Savelli

  • Le prime cinque aziende bresciane per fatturato

  • E' morto Menec: la sua storica trattoria meta di celebrità e calciatori

Torna su
BresciaToday è in caricamento