Carmine: pusher spaccia davanti al figlioletto di soli 15 giorni

Dopo numerosi appostamenti, la Locale ha fatto irruzione nella casa di un pusher in Contrada Carmine dove, poco prima, l'uomo aveva spacciato una dose di eorina davanti alla compagna e alla figlia di due settimane

Il civico 31 di Contrada Carmine

Durante un'operazione antidroga al Carmine, gli agenti della Polizia Locale hanno arrestato un cittadino tunisino irregolare con precedenti legati allo spaccio, attualmente ai domiciliari per una rapina commessa nell’agosto 2011.

La Locale è intervenuta in seguito ad alcune segnalazioni che indicavano come il l'uomo, nonostante fosse ai domiciliari, continuasse a spacciare anche all’interno della propria abitazione.

Gli inquirenti hanno così tenuto monitorata il civico 31 di Contrada Carmine, dove l’uomo viveva con la compagna, il figlio di lei, avuto da un precedente matrimonio, e un altro bambino di soli 15 giorni.

Le osservazioni hanno dato riscontro positivo così, nella giornata di ieri, hanno fermato tre "clienti" del pusher, che hanno confermato di essere acquirenti abituali.

Uno di questi, alla vista degli agenti, ha poi gettato una piccola dose di eroina appena acquistata. A quel punto i poliziotti sono entrati nell’abitazione, iniziando la perquisizione.

All’interno erano presenti, oltre allo spacciatore, la compagna, 35enne di Napoli,  e il bimbo di soli 15 giorni; sono stati trovati, oltre ad una piccola dose eroina, 3.530 euro in contanti, una bilancina di precisione e altro materiale utilizzato per il confezionamento delle dosi.

Lo spacciatore, classe 1987, è stato giudicato per direttissima e ora si trova in carcere in custodia cautelare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Notte da incubo dopo la pizza? Ecco perché ci viene così tanta sete

  • Incidente stradale a Dello: morto Alex Tanzini di 38 anni

  • In bicicletta sull'autostrada A4: muore sul colpo travolto da un'auto

  • Malore improvviso in casa, muore giovane mamma: "Non voglio crederci"

  • Il tragico destino di Sara, stroncata dalla malattia a soli 27 anni

  • Brutalmente ammazzata dal marito, niente sepoltura: "Lui non lo permette"

Torna su
BresciaToday è in caricamento