Brescia: anziano ritrovato alla fermata metro di Sant'Eufemia

L'uomo, 82 anni, si era allontanato da casa da circa 24 ore. Grande festa per i familiari, che - disperati - ne avevano denunciato la scomparsa alla polizia

La notte del 3 giugno, gli agenti della Polizia Locale hanno ritrovato, alla fermata della metro di sant’Eufemia, un anziano scomparso il giorno precedente e, dopo un controllo medico, l’hanno riaccompagnato a casa.

Attorno alla mezzanotte, una pattuglia del distaccamento di Sanpolino ha ricevuto la segnalazione della presenza di una persona che vagava senza meta nei pressi della stazione della metropolitana. Giunti immediatamente sul posto, i militari hanno potuto constatare che l’uomo, un anziano di 82 anni, si trovava in forte stato confusionale e non riusciva neppure a dichiarare le proprie generalità. Alla richiesta dei motivi della sua presenza a quell’ora e in quel luogo, non era in grado di rispondere. Tuttavia, estraendolo dalla tasca, è riuscito a mostrare ai poliziotti un foglio di carta di difficile lettura.

Solo dopo una serie di tentativi, è stato possibile decifrarlo e risalire all’identità dell’uomo, nonché scoprire che i parenti ne avevano denunciato la scomparsa il giorno precedente.

Gli agenti lo hanno riaccompagnato a casa (zona San Polo) e hanno richiesto un controllo medico sul suo stato di salute. Grande sollievo per i familiari, che lo stavano cercando disperatamente da lunghe e interminabili ore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pranzo in trattoria, 280 euro di multa a 26 operai: "Come possono mangiare al gelo?!"

  • Zone gialle, arancioni e rosse, cosa succede il 6 dicembre: c'è attesa per la Lombardia

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Ragazza di 13 anni scomparsa con l'amica, madre disperata: "Torna a casa amore mio"

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Si compra la cocaina con i soldi delle multe: sospeso agente della Locale

Torna su
BresciaToday è in caricamento