rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Cucciolo di coccodrillo e teschio di scimmia in studio: nei guai tatuatore

In negozio aveva esposto circa una quarantina di animali imbalsamati, molti dei quali appartenenti a specie protette. L'uomo è stato denunciato

Una collezione di animali protetti imbalsamati in bella vista nella sua attività. È quanto scoperto dai Carabinieri Forestali di Brescia in uno studio di tatuaggi della città. Un'esposizione piuttosto completa, una quarantina di pezzi in tutto, e ricca di esemplari appartenenti a specie protette o addirittura a rischio d'estinzione: dai rapaci, passando per le stelle marine, fino agli armadilli.

In 'mostra' pure un cucciolo di coccodrillo e il teschio di una scimmia: esemplari rarissimi tutelati dalla Cities, la convenzione sul commercio internazionale di flora e fauna a rischio d'estinzione.  Non solo: il titolare dell'attività, e della ricca esposizione, non sarebbe stato in grado di fornire i documenti di provenienza dei vari pezzi, come previsto dalla legge.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cucciolo di coccodrillo e teschio di scimmia in studio: nei guai tatuatore

BresciaToday è in caricamento