menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Teschio di scimmia (foto d’archivio)

Teschio di scimmia (foto d’archivio)

Cucciolo di coccodrillo e teschio di scimmia in studio: nei guai tatuatore

In negozio aveva esposto circa una quarantina di animali imbalsamati, molti dei quali appartenenti a specie protette. L'uomo è stato denunciato

Una collezione di animali protetti imbalsamati in bella vista nella sua attività. È quanto scoperto dai Carabinieri Forestali di Brescia in uno studio di tatuaggi della città. Un'esposizione piuttosto completa, una quarantina di pezzi in tutto, e ricca di esemplari appartenenti a specie protette o addirittura a rischio d'estinzione: dai rapaci, passando per le stelle marine, fino agli armadilli.

In 'mostra' pure un cucciolo di coccodrillo e il teschio di una scimmia: esemplari rarissimi tutelati dalla Cities, la convenzione sul commercio internazionale di flora e fauna a rischio d'estinzione.  Non solo: il titolare dell'attività, e della ricca esposizione, non sarebbe stato in grado di fornire i documenti di provenienza dei vari pezzi, come previsto dalla legge.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Quando ci si potrà spostare tra regioni: c'è una data per maggio 2021

Attualità

C'è chi spacca tutto, chi tenta il suicidio impiccandosi: "Qua dentro è una polveriera"

Coronavirus

Covid, sono 51 i Comuni bresciani con dati da zona rossa: l'elenco completo

Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Cosa riapre in Italia dal 26 aprile

  • Coronavirus

    Vaccino: un bresciano su quattro ha già ricevuto almeno la prima dose

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento