Arrestato 21enne per atti osceni in luogo pubblico

Un cittadino albanese del 1990, all'interno di un phone center in via Montello, guardando un video porno ha iniziato a masturbarsi in pubblico

Venerdì pomeriggio, verso le sei e mezza, passando lungo via Montello due agenti  hanno notato un cittadino albanese del 1990 ricoprire di insulti e minacce di morte un uomo di origine africana. Il primo, all’arrivo degli agenti, si è scagliato contro di loro (provocando ad uno dei due una lesione ad una mano giudicata guaribile in dieci giorni), prima di essere bloccato e condotto in Questura.

Testimoni hanno riferito che il cittadino albanese, all’interno di un phone center sulla via, guardando un video porno aveva iniziato a masturbarsi in pubblico. Invitato dai gestori del locale ad allontanarsi, ha reagito con aggressività: il cittadino africano è intervenuto subito per portarlo fuori dal locale. Durante il tragitto verso la Questura ha poi continuato a imprecare e a insultare i poliziotti. In stato di arrestato, ha danneggiato la telecamera di sorveglianza all’interno della cella di sicurezza.E’ stato fermato per resistenza, violenza, lesioni e minacce gravi a pubblico ufficiale. È indagato inoltre per atti osceni in luogo pubblico, ingiurie, minacce gravi, oltraggio a pubblico ufficiale, lesioni e danneggiamento aggravato.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Manifestazione Io Apro: il 15 gennaio ristoranti aperti contro la nuova stretta

  • Ragazzino in ospedale col femore rotto: «È stato il padre di un mio coetaneo»

  • Cerca di stuprarla nei campi, lei lo morde alla lingua e riesce a scappare

  • Orrore in famiglia: guarda video porno e fa sesso con la sorellina di 14 anni

  • Iveco parlerà cinese? Offerta miliardaria per lo storico marchio, Brescia trema

  • Una tragedia immensa: il piccolo Alberto ucciso da un tumore a soli 5 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento