Raptus di violenza: picchia tre poliziotti e li manda in ospedale

In manette un bresciano di 43 anni protagonista di un raptus di violenta follia nei pressi della stazione di Brescia: ha aggredito e picchiato tre poliziotti, si è poi sentito male in caserma

Un uomo di 43 anni è stato arrestato dagli agenti della Polizia Locale di Brescia al termine di una lunga e violenta colluttazione, in cui per qualche attimo hanno rischiato di avere la peggio proprio i poliziotti. L’aggressore, un bresciano con qualche precedente alle spalle, avrebbe scatenato il suo raptus di follia proprio mentre gli agenti cercavano di dividerlo da una lite già in essere, con un giovane rumeno.

E’ successo di fronte alla stazione di Brescia, nella tarda serata di lunedì. Passate da poco le 1.30 quando gli uomini della Locale in servizio di perlustrazione si accorgono dell’acceso diverbio. I due sono già passati alle mani, non è facile dividerli. Soprattutto quando il 43enne scatta e reagisce con rabbia e violenza.

Tre agenti vengono colpiti e feriti e devono farsi medicare in ospedale. L’aggressore è stato poi accompagnato in caserma, per essere interrogato: pochi minuti più tardi ha pure accusato un malore ed è stato a sua volta accompagnato al Civile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

Torna su
BresciaToday è in caricamento