Brescia: donna picchiata in metro, fermato l'aggressore

La violenta aggressione è avvenuta lo scorso venerdì alla fermata della Metro di San Polo. Il ragazzo, un 14enne ghanese, è stato fermato il giorno seguente a pochi passi dall'istituto scolastico che frequentava e trasferito in una comunità protetta

Lei, una 35enne albanese residente in città stava raggiungendo la fermata della metro. Lui, un 14enne ghanese, l'ha seguita per provare a sottrarle la borsa. L'ha aggredita alle spalle, tappandole la bocca con una mano, poi l'ha trascinata a terra e l'ha presa a calci per strapparle la borsetta. Lei, però, è riuscita a gridare e a chiedere aiuto, mettendo così in fuga il 14enne.

Immediato l'intervento delle volanti della Questura che, grazie alle descrizioni fornite dalla vittima e dai passanti, hanno rintracciato il ragazzo al parco poco distante dalla fermata della metropolitana. Il giovane è riuscito a scappare, ma i suoi amici hanno fornito agli agenti le indicazioni necessarie per rintracciarlo e fermarlo il giorno dopo, nei pressi della scuola che frequenta.

Il ragazzo, che viveva con i genitori a Brescia 2,  ha già due precedenti simili alle spalle. Per questa ragione e per la violenza con cui ha aggredito la donna è scattato il fermo e il trasferimento in una comunità protetta della città.

La giovane vittima ha riportato lesioni alle braccia e alle costole e ne avrà per 12 giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Zone gialle, arancioni e rosse, cosa succede il 6 dicembre: c'è attesa per la Lombardia

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Ragazza di 13 anni scomparsa con l'amica, madre disperata: "Torna a casa amore mio"

  • Si compra la cocaina con i soldi delle multe: sospeso agente della Locale

  • Tragico incidente: Valeria Artini, promessa del volley, muore a 16 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento