Aggressione in metro: "Dacci i soldi o ti riempiamo di botte"

Tensione alle stelle e rischio violenza sui vagoni della metro di Brescia: due giovani aggrediscono un uomo, lo minacciano di botte per 50 euro. Si allontanano alla vista degli addetti alla sicurezza

La 'questione meridionale', a Brescia. Perché pare essere l’unico elemento identificativo nei confronti dei due giovani che hanno minacciato e (quasi) aggredito un ignaro utente della metro bresciana: l’accento, appunto meridionale.

La storia è stata raccontata dal Giornale di Brescia. Domenica sera, verso le 23.30: la vittima viene avvicinata da due ragazzi, alti e magri, dal fare sicuro. “Dacci i soldi – ripetevano senza mezzi termini – Dacci 50 euro o sono guai”.

La tensione sale, il tono della voce anche. Lo sfortunato preso di mira vorrebbe scendere alla prima fermata utile: “Se scendi ti seguiamo, e ti riempiamo di botte”. In quel momento, la svolta: sul vagone salgono tre addetti alla sicurezza”.

I due giovani sembrano demordere. Si siedono, come se niente fosse successo. “E niente potete farci”, ripetono ai tre vigilantes della metro. Scendono alla fermata Lamarmora, si allontanano nella notte, a passo spedito. La vittima dell’improvvisa aggressione ha già sporto denuncia, ai Carabinieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento