Cronaca

Ferite al collo e al volto, dita mozzate col machete: è caccia al mostro

Si cerca un connazionale della vittima

L'aggressione è avvenuta giovedì mattina a Brescia, sulle scale che da via Folonari portano al piazzale del centro commerciale Freccia Rossa. Vittima un ragazzo marocchino di 28 anni: ha riportato ferite da taglio al volto e al collo, causate da un machete che gli ha inoltre mozzato alcune dita nel disperato tentativo di difendersi e proteggersi usando le mani. Per cercare di riattaccargli gli arti e di salvarne la funzionalità, il giovane è già stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico, dopo essere stato trasferito in elicottero all'ospedale di Monza dal Civile.

La Polizia di Stato è a caccia dell'aggressore, suo connazionale, scappato in direzione di piazza Repubblica dileguandosi poi nel nulla. Non era la prima volta che aveva a che fare con il 28enne; nessun gesto folle, dunque: la brutale violenza è scaturita al termine di una lite tra conoscenti, sulle cui cause sono ancora in corso accertamenti. Grazie a una serie di testimonianze, sembra che la polizia l'abbia già identificato: c'è un volto, un nome e cognome, ma al momento ancora nessuna traccia.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferite al collo e al volto, dita mozzate col machete: è caccia al mostro

BresciaToday è in caricamento