Brescia, controllore della metro pestato a sangue: due arresti

Si tratta di due giovani cittadini moldavi. Uno dei tre che ha partecipato al pestaggio, invece, è riuscito a lasciare l'Italia e al momento non è rintracciabile

Dopo quasi un mese di indagini, i carabinieri del Norm di Brescia hanno assicurato alla giustizia due dei tre cittadini stranieri responsabili dell'aggressione, avvenuta il 9 maggio scorso, a un controllore della metropolitana, pestato a sangue per aver tentato di difendere una ragazza vittima di una rapina alla stazione Casazza..

Il malcapitato era stato accerchiato e poi aggredito selvaggiamente, con calci, pugni e bastonate, finendo poi in ospedale con una prognosi di 20 giorni.

I militari sono giunti ai tre malviventi grazie alle immagini del circuito di videosorveglianza. Una volta identificati, è iniziata una vera e propria caccia all'uomo, che si è conclusa mercoledì sera in via San Faustino, dove sono stati riconosciuti e arrestati.

A finire in manette due ragazzi di 19 anni, entrambi di nazionalità moldava e regolari in Italia. Il terzo, cugino di uno dei fermati, è riuscito a lasciare il paese ed è tornato in patria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto nella notte, gravissimi tre ragazzi: uno è stato sbalzato fuori dall'abitacolo

  • Lombardia, la nuova ordinanza: via la mascherina all'aperto

  • Tetti distrutti, auto schiacciate dagli alberi: i 20 minuti d'inferno della tempesta

  • Ubriaco al volante dell'auto, scappa dalla polizia ma finisce la benzina

  • Coronavirus, nuova allerta: ragazzo positivo al grest, tamponi e isolamento per tutti

  • Coronavirus, firmato il nuovo Dpcm: tutte le novità fino al 31 luglio

Torna su
BresciaToday è in caricamento