Cronaca

Raffica di calci e pugni contro Brumotti di "Striscia la notizia": pusher al capolinea

La misura dopo l'aggressione

La scena dell'aggressione

Davanti a una decina di testimoni, una raffica di calci e pugni. Il 5 giugno è stato espulso dal territorio nazionale il cittadino gambiano di 24 anni che aveva aggredito l’inviato di Striscia la Notizia Vittorio Brumotti, durante una reportage sullo spaccio di droga fuori dalla stazione di Brescia.

Il 20 febbraio, il giovane migrante aveva aggredito l’inviato della troupe televisiva e già il 24 febbraio era stato emesso un provvedimento di espulsione. In seguito, gli agenti lo avevano accompagnato presso il Centro Permanente per il Rimpatrio di Gorizia; subito dopo è stato imbarcato su un volo con destinazione il suo paese di origine.  

Il 24enne aveva già avuto condanne in materia di stupefacenti e diversi precedenti per violazione delle norme sull’immigrazione, inoltre gli agenti – in quell’occasione – lo avevano denunciato per resistenza a pubblico ufficiale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raffica di calci e pugni contro Brumotti di "Striscia la notizia": pusher al capolinea

BresciaToday è in caricamento