rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Cronaca Centro / Via Spalto San Marco

Completamente fuori di sé, prende a calci e pugni due poliziotti

Due agenti sono stati portati in pronto soccorso

Prima ha devastato l’ambulatorio medico, poi si è scagliato contro i poliziotti, andando in escandescenza e menando calci e pugni a destra e a manca. È la cronaca dell’ennesima giornata di disordini e violenze all'interno del carcere Nerio Fischione di Brescia, ex Canton Mombello. A denunciare l’episodio è il sindacato della polizia penitenziaria.

La violenta aggressione nella giornata di lunedì 17 aprile: un detenuto avrebbe ferito, mandandoli in ospedale, due agenti della penitenziaria che cercavano di riportarlo alla calma, dato che stava distruggendo l’ambulatorio medico. L’uomo avrebbe sferrato un pugno in pieno volto a un poliziotto, colpendo un altro alle costole con un calcio. Entrambi gli agenti sono finiti al pronto soccorso dell’ospedale Civile di Brescia: medicati e poi entrambi dimessi con una prognosi di pochi giorni.

Un episodio, purtroppo, non isolato: sempre all’interno dell’ambulatorio medico del carcere, due giorni prima, due detenuti avevano minacciato e insultato il dottore che cercava di curarli e poi strattonato un agente. Anche in questo caso, il poliziotto aveva dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso: la prognosi per lui è di dieci giorni.

"Quando sta accadendo all’interno delle mura del carcere bresciano - fa sapere il Coordinatore Regionale della Fp CGIL Calogero Lo Presti - evidenzia una precaria qualità del lavoro che mette in serio rischio la stessa sicurezza fisica dei poliziotti creando in loro senso di impotenza, frustrazione oltre che uno stato di stress psicofisico logorante derivato, appunto, dai numerosi disordini dove vede i poliziotti inermi e non adeguatamente protetti".

Ancora una volta il sindaco rivolge un accorato appello all’amministrazione penitenziaria "affinché le condizioni lavorative dei poliziotti siano adeguatamente sicure", e alla politica perché "trovi il coraggio di affrontare seriamente e fattivamente i problemi del carcere: dal sovraffollamento detentivo, alla ormai cronica carenza di personale di polizia penitenziaria".


 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Completamente fuori di sé, prende a calci e pugni due poliziotti

BresciaToday è in caricamento