Cronaca Centro / Viale della Stazione

Operatore ecologico aggredito da un ubriaco: "Lascia stare quella carta, è mia"

E' successo nella notte

Una scena che ha del grottesco: nella notte tra mercoledì e giovedì un dipendente di Aprica è stato aggredito da un ubriaco mentre insieme ad altri due operatori stava lavorando per la raccolta differenziata a Brescia, in zona stazione. La vittima, Marco Franzoni di Muscoline, è stato poi medicato in ospedale e dimesso con 5 giorni di prognosi. Il suo aggressore, un giovane straniero già noto alle forze dell'ordine, è stato segnalato per aggressione e ubriachezza molesta.

Il primo incontro

Il primo incontro tra i due nella zona di Via Solferino. E' qui che l'ubriaco, di circa 30 anni, avrebbe intimato agli operatori di non raccogliere la carta e i cartoni che erano già in strada: “Lasciateli stare, sono miei”, avrebbe detto. Ma in qualche modo i tre dipendenti di Aprica sono riusciti a sfangarla e a proseguire il giro.

Si sono rincontrati solo pochi minuti più tardi, in viale della Stazione: “Il ragazzo aveva lasciato la bicicletta in mezzo alla strada – racconta Franzoni – e allora gli abbiamo chiesto, gentilmente e più volte, di spostarla perché con il camion compattatore non riuscivamo a passare. All'ennesima richiesta senza risposta, sono sceso e l'ho spostata io”.

L'aggressione

E' in quel momento che si è scatenato il caos. Il giovane è balzato in piedi e ha cominciato a inseguirlo: “Mi ha preso per la felpa, mi ha quasi messo le mani al collo, in qualche modo sono riuscito a divincolarmi e a chiamare la Polizia locale”. In pochi minuti gli agenti, che erano già in zona, sono arrivati e hanno identificato e portato al comando il 30enne troppo su di giri.

“Mi girava la testa, era grande e grosso e mi aveva fatto male. Così dopo aver fatto denuncia sono andato al pronto soccorso”. La Polizia locale ha raccolto le testimonianze delle altre persone presenti e ha proseguito d'ufficio con i dovuti approfondimenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operatore ecologico aggredito da un ubriaco: "Lascia stare quella carta, è mia"

BresciaToday è in caricamento