menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Campo nomadi di via Orzinuovi: siglato l'accordo per lo sgombero

I capifamiglia dei nuclei sinti hanno firmato l'accordo proposto dal Comune per lo sgombero del campo. Dopo la dipartita, i nomadi si trasferiranno nelle casette di via Borgosatollo e in 10 unità abitative sul mercato privato a canone sociale

Ieri mattina i capifamiglia dei nuclei sinti presenti nel campo nomadi di via Orzinuovi hanno firmato l’accordo proposto da Comune e Prefettura per lo sgombero del campo stesso. Tutte le famiglie si sono dunque impegnate ad accettare le soluzioni alternative d’alloggio che verranno proposte dall’Amministrazione comunale.

Man mano che si libereranno, saranno destinate a queste famiglie le casette di via Borgosatollo, presso il centro di emergenza abitativa, dove due nuclei si sposteranno già nei prossimi giorni. Le famiglie che si trovano in situazione di fragilità socio-sanitaria si sono impegnate a presentare richiesta di alloggi Aler e ad accettare le soluzioni che il Comune presenterà loro. Le altre famiglie sinti presenteranno istanza per l’assegnazione di alloggi Aler o comunali, nel rispetto delle graduatorie previste.

Saranno inoltre individuate altre 10 unità abitative sul mercato privato a canone sociale, che verranno poi assegnate a rom o sinti a seconda della composizione del nucleo famigliare. I sinti potranno dunque sostare nel campo di via Orzinuovi solamente fino a quando verrà proposta una soluzione alternativa. Il nucleo che eventualmente contravverrà a questo accordo verrà tuttavia allontanato dal campo.

- Indagine antidiscriminazioni sul campo sinti
- Mala politica: il Comune di Brescia butta via 156.000 euro


“Questa mattina tutte le famiglie sinti hanno accettato le condizioni proposte, firmando il documento di Comune di Brescia e Prefettura. – ha dichiarato il vicesindaco Fabio Rolfi – La questione relativa al campo nomadi di via Orzinuovi si può dunque definire risolta e si conclude come era giusto che fosse, con una soluzione ragionevole che tenga conto delle esigenze di tutti. Grazie a questo accordo ci saranno alternative abitative personalizzate e non verrà dunque riproposto uno spostamento in blocco con un semplice trasferimento del campo nomadi in altro luogo."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento