Via libera all'accensione anticipata del riscaldamento

Visto il repentino abbassamento delle temperature, il Comune di Brescia ha dato il via libera all'accensione del riscaldamento per un massimo di 7 ore al giorno comprese tra le 5 e le 23

BRESCIA - Considerato che le attuali condizioni climatiche hanno causato abbassamenti di temperatura al di sotto delle medie stagionali, a partire dal 2 ottobre gli impianti termici possono essere attivati per una durata non superiore a 7 ore giornaliere: lo fa sapere in una nota il Comune di Brescia.

La durata di messa in funzione degli impianti dovrà essere compresa tra le 5 e le 23 di ciascun giorno e i valori massimi della temperatura ambiente, come previsto dalla normativa dovranno essere di 20 gradi Celsius con due gradi in più di tolleranza a eccezione degli edifici adibiti ad attività industriali, artigianali ed assimilabili, per i quali è prevista la temperatura massima di 18 gradi, con due gradi in più di tolleranza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutta la Lombardia zona rossa fino al 27 novembre: poi cosa succede

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Covid: 10 morti e 256 positivi, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Oggi conferenza Stato-Regioni: si spera per Brescia zona arancione

Torna su
BresciaToday è in caricamento