menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fonte: Facebook

Fonte: Facebook

Folla all’inaugurazione di “21 grammi”, da lunedì si fa sul serio

Tutto esaurito sabato all’inaugurazione del locale che dà lavoro a ragazzi con sindrome di Down, che da lunedì dovranno vedersela con i clienti veri (con la speranza che siano numerosi)

E’ stata una bella festa. Micol, Simone, Luca, Edoardo, Alessandro e Gabriele, non senza un briciolo di imbarazzo, sono stati i protagonisti assoluti della giornata di inaugurazione del locale “21 grammi”, aperto da sabato in viale Italia 13/b, angolo via Pietro da Cemmo. Un locale bello, alla moda, luminoso, curato in ogni minimo particolare e con un valore in più: far sentire utili alla comunità i sei ragazzi che vi lavoreranno. 

Alla festa hanno partecipato davvero in tanti, a cominciare dal sindaco Emilio Del Bono, accompagnato da diversi colleghi amministratori e politici, dal presidente della cooperativa Big Bang, artefice del progetto con il Centro Bresciano Down, dagli Alpini che non hanno mai fatto mancare il loro aiuto. I ragazzi in cucina e dietro il bancone si sono dati da fare moltissimo, mettendo a frutto la frequentazione dei corsi di sicurezza, Hccp, le lezioni di cucina professionale e di servizio in sala. Ieri, così come avverrà in futuro, accanto ai sei ragazzi (che presto diventeranno otto) c’erano professionisti della ristorazione, pronti a trasmettere tutti i loro saperi e dare consigli. 

Da domani si farà sul serio con l’apertura dalle 7.30 alle 19.30 (dal lunedì al sabato). Pane, colazioni, pranzi, aperitivi, merende: non si tratterà di frequentare il locale “per fare beneficenza”, per mettersi un po’ in pace con la propria coscienza. Chi ci è stato ieri se ne sarà accorto: nel locale si respira professionalità, si percepisce che nulla è lasciato al caso, che non sarà un’attività “a perdere” ma un esercizio commerciale che vuole stare sul mercato, che vuole avere degli utili da reinvestire. Come? In altri progetti simili, progetti che facciano sentire i ragazzi parte attiva del mondo vero, non una cosa a parte.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento