Brutale stupro nei confronti della ex, minacce di morte al figlio piccolo

Foto di repertorio

BRENO. Durante il fine settimana appena trascorso, i Carabinieri hanno arrestato un pregiudicato marocchino di 25 anni, residente in paese, con l’accusa di “atti persecutori”, “maltrattamenti in famiglia” e “violenza sessuale” nei confronti dell’ex convivente italiana.

Il provvedimento è stato emesso dal GIP del Tribunale di Brescia, che ha condiviso le risultanze investigative dei militari. Dal 1° gennaio 2012 al 30 luglio 2015, il 25enne si sarebbe reso responsabile di continui atti di violenza fisica e psicologica, nonché, dal mese di ottobre 2015, di gravi comportamenti persecutori, con minacce anche di morte, nei confronti della ex convivente e del figlio piccolo.

Lo scorso 16 novembre, si sarebbe inoltre reso responsabile di un brutale atto di violenza sessuale sempre nei confronti dell’ex compagna. Dopo le operazioni di arresto, l’uomo è stato incarcerato a Canton Mombello.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

Torna su
BresciaToday è in caricamento