Cronaca

Minacce di morte, poi l'ex compagno sfonda la porta: donna salvata in extremis

In manette è finito un artigiano

Il coltello delle minacce sul cellulare © Bresciatoday.it

I carabinieri di Breno hanno tratto in arresto per violazione di domicilio un 40enne artigiano, che - dopo aver forzato e danneggiato la porta di ingresso dell’abitazione della ex compagna - ha tentato di fare irruzione, urlandole minacce di morte. 

La donna (una 46enne casalinga) è riuscita a contattare il 112 prima che l’uomo potesse aggredirla: l’intervento tempestivo dei militari ha permesso di evitare ben più gravi conseguenze. L’episodio, infatti, rappresenta l’ultimo di una serie di violenze e minacce commesse nel corso delle ultime settimane; la 46enne non aveva mai formalizzato denunce per timore di ripercussioni. 

Prima di giungere in casa della vittima, l’uomo le aveva inoltre inviato sul cellulare alcune foto che lo ritraevano mentre impugnava un grosso coltello, poi rinvenuto e sequestrato all’interno della sua abitazione a seguito della perquisizione. Il 40enne è stato portato al carcere di Canton Mombello.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce di morte, poi l'ex compagno sfonda la porta: donna salvata in extremis

BresciaToday è in caricamento