rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Centro / Corso Giuseppe Garibaldi

Ruba un cellulare al bar, poi scoppia il putiferio: calci e pugni ai poliziotti

L'episodio domenica in un bar di corso Garibaldi a Brescia. In manette un 23enne marocchino, già sottoposto a misura cautelare

Un bottino facile, un cellulare dimenticato sul tavolo di un bar, una scusa banale e una mano lesta: in men che non si dica si è preso il telefono, raccontando di essere un amico della proprietaria, probabilmente pensando di farla franca. Quando i poliziotti, allertati dalla giovane, sono entrati nel locale e gli hanno chiesto spiegazioni, lui non ha esitato ad alzare le mani, aggredendoli con calci e pugni.   

Protagonista dell'episodio, che si è verificato domenica in corso Garibaldi, a Brescia, un 23enne marocchino (H.B. le iniziali). Per il giovane, che pare avesse alzato un po' troppo il gomito, sono ovviamente scattate le manette per lesioni personali aggravate e resistenza a pubblico ufficiale. Il marocchino, già sottoposto a misura cautelare, ha subìto un inasprimento della misura a suo carico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba un cellulare al bar, poi scoppia il putiferio: calci e pugni ai poliziotti

BresciaToday è in caricamento