Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

Coltello e pistola contro dipendenti e clienti: arrestati dopo la rapina al supermercato

Il colpo lo scorso martedì in un supermercato del Cremonese. In manette due bresciani: i due, ritenuti responsabili di diverse rapine avvenute nel Bresciano, erano pedinati dai Carabinieri

I Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile di Salò, con la collaborazione dei colleghi di Crema e di Verolanuova, hanno arrestato in flagranza del reato di rapina aggravata due bresciani. 

La coppia, composta da un 40enne valsabbino e da un 19enne valtrumplino, era finita sotto la lente d’ingrandimento degli investigatori della Compagnia di Salò e di Verolanuova, che stavano indagando su una serie di rapine consumate nel bresciano, ed è stata fermata dopo l'ennesimo colpo, messo a segno lo scorso martedì in un supermercato della Provincia di Cremona.

I militari avevano pedinato i due uomini per tutta la giornata mentre girovagavano per il Bresciano a bordo di un’Alfa Romeo, risultata rubata qualche giorno prima in provincia di Bergamo. Solo in serata la coppia, che  era ormai arrivata nel Cremonese, ha deciso di entrare in azione.

Dopo aver lasciato l’auto nei pressi del supermercato Simply di Offanengo, i due malviventi hanno indossato un cappuccio e, armati rispettivamente di pistola e coltello, hanno fatto irruzione all’interno del negozio, terrorizzando i dipendenti presenti e due clienti.

Arraffato il bottino, circa 1.700 euro, sono usciti dal supermercato, ma non sono riusciti a fuggire. Sulla loro strada hanno trovato i militari in borghese della compagnia Salò che li hanno disarmati e arrestati. I due sono stati accompagnati presso la Casa Circondariale di Cremona, dove rimarranno in custodia cautelare fino allo svolgimento dell'interrogatorio di garanzia 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coltello e pistola contro dipendenti e clienti: arrestati dopo la rapina al supermercato

BresciaToday è in caricamento