Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Centro / Via dei Musei

In tasca un accendino “stupefacente”: arrestato spacciatore di cocaina

L'uomo, un 45enne bresciano, è stato fermato dai militari in via Musei e perquisito. All'interno di un accendino aveva nascosto 3 dosi di cocaina, in casa aveva altri grammi della stessa sostanza: è stato condannato a 10 mesi di reclusione

La necessità aguzza l'ingegno, anche, e soprattutto, di coloro che si occupano di piazzare la droga sul mercato cittadino. Pensava di aver escogitato un metodo infallibile per sfuggire ai controlli delle forze dell'ordine, il 45enne bresciano fermato venerdì sera in pieno centro a Brescia.

Un metodo, quello di nascondere la droga all'interno di un accendino, non nuovo, anzi anche piuttosto diffuso, che non ha tratto in inganno i Carabinieri di Brescia. A dare nell'occhio prima l'atteggiamento sospetto dell'uomo, poi il peso - decisamente troppo leggero-  e il malfunzionamento di un accendino scovato durante la perquisizione personale. 

La droga, tre dosi di cocaina, era stata infilata nell'accendino precedentemente svuotato del liquido necessario per avviare la combustione. Capendo di essere di fronte a un pusher di mestiere, i militari hanno esteso i controlli all'abitazione del 45enne, dove sono state trovate altre dosi di cocaina, un bilancino di precisione e il materiale per il confezionamento delle dosi. 

In tutto sono stati sequestrati 16 grammi dello stupefacente e 100 euro in contanti, ritenuti i proventi dell'attività di spaccio. Dopo le formalità di rito, il 45enne ha trascorso la notte agli arresti domiciliari ed è stato giudicato sabato mattina mediante rito direttissimo. Il giudice ha convalidato l'arresto, condannando l'uomo  a dieci mesi di reclusione e al pagamento di una multa da 2000 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In tasca un accendino “stupefacente”: arrestato spacciatore di cocaina

BresciaToday è in caricamento