Anfo: uccidono femmina di cervo, denunciati cinque bracconieri

Cinque uomini armati di fucile hanno abbattuto una femmina di cervo, nella zona compresa tra Anfo e Idro: caccia vietata, fucili sequestrati e licenze sospese. Tutti i bracconieri sono stati denunciati dalla Polizia Provinciale

Cinque denunce, cinque fucili sequestrati e cinque licenze di caccia “temporaneamente sospese”: questo il bilancio del blitz operato dagli uomini della Polizia Provinciale di Vestone che, la scorsa domenica, hanno sorpreso cinque bracconieri al confine tra i territori di Anfo e Idro.

I cinque cacciatori di frodo avevano infatti appena abbattuto una femmina di cervo, e stavano ragionando sul ‘bottino’. Niente di più illegale in un periodo in cui la caccia è vietata, tanto più se le pallottole sono dirette verso specie il cui abbattimento è ancora più vietato.

Alla denuncia seguirà un’ammenda salata, e un futuro ammonimento. La stagione del bracconaggio bresciano, purtroppo, sembra non concludersi mai.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

Torna su
BresciaToday è in caricamento