rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca Preseglie

148 uccelli proibiti nel congelatore: denunciato un giovanissimo bracconiere

Seguendo le orme di padre e zio, un ragazzo è stato individuato e denunciato per uccellagione

Ha la licenza di caccia da pochi mesi, ma ha già collezionato due denunce, e potrebbe presto dire addio per sempre alla sua "passione". Un 19enne valsabbino residente a Preseglie è finito nei guai in seguito a un blitz dei carabinieri forestali della stazione di Vobarno. La perquisizione nell'abitazione dove vive con il padre - anch'egli noto alle forze dell'ordine per reati venatori, come riportato dal quotidiano Bresciaoggi che dà la notizia - è avvenuta nei giorni scorsi, in seguito al ritrovamento di una rete da uccellagione situata nei pressi della casa dove vive.

In due diversi congelatori nell'abitazione del giovane, i militari hanno trovato 400 uccelli; di questi ben 148 appartengono a specie protette: cardellini, lucherini, pettirossi, ballerine, capinere, tortore dal collare. I carabinieri hanno trovato inoltre alcuni esemplari vivi, privi di anellino di riconoscimento, e tutto l'occorrente per la cattura o l'uccisione degli uccellini: 17 reti, 19 mini-tagliole per insettivori e munizioni proibite. 

Il giovanissimo è stato denunciato per il reato di uccellagione. Rischia l’arresto fino a quattro anni, un'ammenda di oltre 3mila euro e la revoca definitiva della licenza di caccia. Resta da chiarire a chi fossero destinati gli uccellini nei congelatori: data la grande quantità, non è escluso che siano stati catturati per gli spiedi "proibiti" di privati cittadini, o per ristoratori della zona. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

148 uccelli proibiti nel congelatore: denunciato un giovanissimo bracconiere

BresciaToday è in caricamento