Cronaca Marcheno

Interrogatorio shock: "Giacomo aveva un piano per uccidere lo zio"

A parlare è l'ex fidanzata di Giacomo Bozzoli, il nipote dell'imprenditore di Marcheno scomparso: insieme al fratello Alex e a due operai è indagato per concorso in omicidio e distruzione di cadavere

Mario Bozzoli

“Prima o poi lo uccido”: questo sarebbe quanto riferito da Jessica, l'ex fidanzata, agli inquirenti. La donna sarebbe andata dai carabinieri a pochi giorni dalla scomparsa di Mario, ancora il 10 ottobre. “Non potevo tenermi tutto dentro”, avrebbe raccontato la donna. Le dichiarazioni dell'ex compagno risalirebbero a quattro anni prima, al 2011.

Parole che sarebbero state ripetute in casa e fuori: ci sarebbe stato addirittura una sorta di pieno, riferito da Jessica agli inquirenti. Giacomo Bozzoli avrebbe chiesto alla sua fidanzata di allora di “coprirlo”, in caso l'avesse ucciso, perché lui si sarebbe poi nascosto nei boschi mentre lei in macchina se ne andava in autostrada, fingendo di essere insieme.

Dichiarazioni pesanti, adesso (nuovamente) nelle mani della Procura, con la possibilità che diventino più di un verbale, che acquisiscano un altro valore probatorio. L'ex fidanzata del giovane Giacomo l'avrebbe definito un uomo violento, che una volta l'avrebbe pure spinta giù dalle scale. La Procura continua a indagare sulla scomparsa dello zio, e pure sulla morte dell'operaio Ghirardini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Interrogatorio shock: "Giacomo aveva un piano per uccidere lo zio"

BresciaToday è in caricamento