Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca Bovezzo

Presi a calci e pugni, colpi di catena alla testa: aggrediti da una baby gang di 30 ragazzi

Paura in paese, tre ragazzini in ospedale

Tre ragazzini di soli 16 anni sono finiti in ospedale con vari traumi al volto, al cranio e pure una mandibola rotta: questo a seguito del violento pestaggio in cui, loro malgrado, sono rimasti coinvolti. L’episodio risalirebbe alla prima serata di martedì, tra le 21 e le 22 non lontano dal centro di Bovezzo, tra l’edicola e la banca. Il gruppetto di ragazzi – meno di una decina: ma alcuni sono riusciti a scappare in tempo – sarebbe stato improvvisamente accerchiato e aggredito da una baby gang composta da almeno 30 persone.

Chissà per quale motivo la “banda” avrebbe scatenato la propria furia sulle sfortunate vittime. Qualcuno è riuscito a scappare, c’erano anche delle ragazze, altri sono invece stati raggiunti e picchiati. I tre ragazzi finiti in ospedale sarebbero stati pestati a calci e pugni, ma anche colpiti alla testa con una catena di metallo. Poco lontano sarebbe anche stato ritrovato un coltello.

Le indagini dei carabinieri

La cronaca di quanto accaduto è stata raccontata sulle pagine del Giornale di Brescia, il primo a darne notizia. Sia i ragazzini in fuga che alcuni residenti avrebbero subito allertato le forze dell’ordine, mentre assistevano alla scena: all’arrivo dei carabinieri la presunta baby gang si era però già dileguata. Proseguono gli accertamenti con raccolta di testimonianza e visione delle immagini delle telecamere di videosorveglianza. La gang sarebbe stata avvistata in azione anche in altre occasioni a Bovezzo e nei paesi vicini, a Concesio e Villa Carcina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presi a calci e pugni, colpi di catena alla testa: aggrediti da una baby gang di 30 ragazzi
BresciaToday è in caricamento