Cronaca

Morto in Moldavia, la famiglia lo scopre una settimana dopo

Era in vacanza in Moldavia con la sua nuova moglie: sarebbe morto investito. La salma è rientrata in Italia: la famiglia bresciana di Angelo Solina vuole chiarezza

Angelo Solina ha abitato a lungo in Via Maternini, a Mompiano

Morto in Moldavia, la famiglia lo viene a sapere solo una settimana più tardi. E adesso la sorella e la nipote del deceduto, i suoi parenti più stretti, vogliono vederci più chiaro. La vittima si chiamava Angelo Solina, bresciano di 78 anni (originario della città, da tempo a Botticino) che sarebbe stato investito e ucciso il 20 gennaio scorso.

Era in Moldavia in compagnia della sua nuova moglie, ex badante di 30 anni più giovane che lui ha sposato circa un annetto fa. Vedovo da anni, aveva deciso di ricominciare una nuova vita. Purtroppo finita male: ma sulla vicenda, almeno secondo i familiari bresciani, ci sono ancora tanti lati oscuri su cui fare chiarezza.

La salma intanto è già tornata in Italia: il funerale e la cremazione sono previsti per la prossima settimana. “Vogliamo sapere come sono andate le cose – ha detto la sorella Francesca al Giornale di Brescia – perché ancora non sappiamo nulla, non ho potuto nemmeno vedere la salma”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto in Moldavia, la famiglia lo scopre una settimana dopo

BresciaToday è in caricamento