Cronaca

Calci e pugni: maxi rissa tra 30 ragazzi alla fermata dell’autobus

Una trentina i partecipanti alla violenta rissa che ha tenuto banco lunedì pomeriggio a Botticino Mattina, nella zona del municipio. Il primo bilancio è di 4 feriti, tutti lievi, e altrettanti denunciati

Una rissa tra bande di ragazzi in pieno giorno: calci, pugni, spintoni e pare anche qualche bastonata, c'è chi parla addirittura di coltelli. Non siamo nel Bronx e nemmeno in un quartiere periferico di qualche grande città. Tutto è accaduto a Botticino Mattina, comune del Bresciano finora noto alle cronache per l'estrazione e la lavorazione del marmo, non certo per episodi di violenza. 

La scena, che pare tratta da un film americano, si è svolta tra il parco, la fermata dell'autobus e il capolinea. Ad affrontarsi due 'bande' rivali (italiani e stranieri), una proveniente dalla città e l'altra formata da giovani del paese. In tutto sarebbero rimaste coinvolte una trentina di persone, tra i 16 e i 20 anni, ma al loro arrivo i Carabinieri ne hanno trovate solo 4, cioè quelle rimaste ferite nella violenta contesa: due di loro a causa delle botte, gli altri perchè urtati da un'auto in transito. Per tutti le prognosi sono inferiori ai 5 giorni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calci e pugni: maxi rissa tra 30 ragazzi alla fermata dell’autobus

BresciaToday è in caricamento