Cronaca Botticino

Preleva col bancomat rubato, poi si nasconde sotto una panchina: preso

Un topo d’auto ha trovato sul mezzo alcune tessere del bancomat ed è corso a prelevare 1.500 euro. Intercettato, ha cercato inutilmente di nascondersi.

Ha avuto la fortuna di trovare su un’auto alcune tessere di bancomat ed i relativi codici, e non ha esitato a prelevare. Peccato per lui che i carabinieri grazie ad un’indagine-lampo e alla collaborazione con la banca l’hanno individuato ed arrestato. 

Protagonista del furto è un bresciano, entrato in azione nei giorni scorsi presso il parcheggio della metropolitana della stazione di Sant’Eufemia. Lì il ladro ha forzato l’auto di un operaio veronese di 40 anni residente a Pescantina, auto sulla quale ha trovato i bancomat. Con uno di questi si è recato ad uno sportello a Botticino, dove ha prelevato complessivamente 1.500 euro. 

I carabinieri di Botticino però, allertati dall’operaio che appena si è accorto del furto ha denunciato il fatto, grazie ad una segnalazione della banca sono giunti dei pressi dello sportello ed hanno colto sul fatto il ladro. Dopo aver cercato inutilmente di nascondersi sotto una panchina, l’uomo è stato facilmente arrestato. Dopo una notte in caserma, l’uomo è finito davanti al giudice per il processo in direttissima, nel quale è stato condannato a 1 anno e 1 mese di reclusione ai domiciliari. La refurtiva è stata restituita alla vittima. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Preleva col bancomat rubato, poi si nasconde sotto una panchina: preso

BresciaToday è in caricamento