Orrore in famiglia: giovane moglie picchiata per anni e minacciata di morte

Un matrimonio fatto di botte e maltrattamenti. Le minacce e gli atti persecutori sarebbero continuati anche dopo la separazione: ora per l'uomo è arrivata una condanna a 3 anni e 6 mesi

Foto d'archivio

Un incubo durato tanti, troppi anni per una 30enne albanese. Un capitolo buio, fatto di botte e minacce, che ora la donna può finalmente considerare concluso: il tribunale di Brescia ha condannato l'ormai ex marito a 3 anni e 6 mesi di reclusione e disposto un risarcimento di 10 mila euro per la vittima. 

Lei - una trentenne albanese - avrebbe subito percosse e maltrattamenti per tantissimo tempo. In tribunale ha raccontato che l’uomo è stato violento fin dall’inizio della relazione, cominciata quando lei aveva solo 18 anni, e dalla quale sono anche nate due figlie che attualmente hanno 9 e 7 anni. 

“Mi picchiava almeno due volte alla settimana” aveva raccontato la donna durante il processo a carico del marito 43enne, accusato di maltrattamenti, minacce e anche di stalking. Il culmine della violenza, come scrive Bresciaoggi - nell’inverno del 2010, quando lui aveva persino brandito un coltello minacciando di ucciderla.

La giovane madre si era allontanata da quel compagno violento solo nel 2016, quando da Susa si era trasferita a Chiari, a casa del fratello, e si era rivolta all’associazione ‘Casa delle donne’. Ma il coraggio e la denuncia di lei non erano bastate a fermarlo: pare che nel marzo del 2017 l'uomo avesse addirittura spedito alcuni proiettili alla donna, per terrorizzarla e convincerla a tornare sui suoi passi. 

Colpito dal divieto di avvicinarsi alla ex, nell'estate del 2017, il 43enne aveva continuato imperterrito a perseguitare la 30enne, che nel frattempo aveva ottenuto la separazione, costringendola a rivolgersi ai carabinieri più volte per paura che facesse del male anche alle loro figlie.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ascoltato in aula, il 43enne ha però negato le violenze: "Non l'ho mai picchiata" avrebbe detto. Le sue parole non hanno affatto convinto il giudice che ha accolto le richieste della Procura e condannato l'ex marito orco. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: primo bambino positivo in una scuola bresciana, classe in isolamento

  • Masturbava ragazzini al parco, in cambio gli comprava scarpe e spinelli

  • Incidente in A4 tra Desenzano e Brescia: chilometri di code

  • Precipita per oltre 8 metri: muore sotto gli occhi dei nipotini di 6 e 8 anni

  • Un uomo e un ragazzo fanno sesso sul ciglio della strada: multa da 20.000 euro

  • Apre nuovo supermercato: maxi-store da 3.800 mq aperto tutti i giorni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento