Nausea e febbre alta, scout milanesi soccorsi in montagna

L'allarme è scattato nella mattinata di venerdì a Borno: i sintomi avevano fatto pensare ad un'intossicazione alimentare, ma si trattava di una 'semplice' influenza

BORNO. L'allarme è scattato verso le 10.15 di venerdì da un rifugio in località San Fermo, a poca distanza dal  campo tende allestito da un gruppo milanese di scout a quota 1800 metri.  Quattro ragazzi della comitiva - di età compresa tra i 13 e i 16 anni - lamentavano forti dolori all'addome e febbre alta, così si è pensato al peggio: un'intossicazione alimentare.

Sul posto è quindi stata inviata l'eliambulanza che ha trasportato i giovani all'ospedale di Esine. Dopo accurati controlli i medici hanno escluso che si trattasse di intossicazione. I ragazzi sono quindi stati dimessi e potranno riprendere l'avventura. 

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

  • Lo spioncino digitale per la porta di casa

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • Nadia Toffa, al funerale c'era l'ex fidanzato: quando parlò di figli e matrimonio

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

  • Da un piccolo allevamento a un impero da 50 milioni: morta Elvira Crescenti

Torna su
BresciaToday è in caricamento