Cronaca Borgosatollo / Via Ugo Foscolo

"Non sapeva di essere incinta, ho trovato la bimba nel vaso del gabinetto"

Parto eccezionale e complicatissimo a Borgosatollo: la piccola Sophia è venuta alla luce nel bagno di casa, ma era in arresto cardiaco. Il racconto della vicina che ha praticato il massaggio cardiaco, salvandole la vita

È nata nel bagno di casa, in un appartamento di via Foscolo a Borgosatollo, sotto gli occhi terrorizzati dei fratelli. Il più piccolo, di soli 5 anni, in lacrime, mentre il più grande, appena maggiorenne, ha dato l'allarme. Nessuno aspettava la nuova arrivata, nemmeno la sua mamma e il suo papà, che in quel momento era a lavoro, pare fossero a conoscenza della gravidanza.

Sophia, questo il nome dato alla piccola, deve la vita alla vicina di casa Carolina Meneses, che le ha praticato il massaggio cardiaco, e all'infermiere della Soreu di Bergamo Manuel Spinelli: lui ha guidato la donna in quegli istanti concitati, spiegandole passo per passo come far ripartire il cuoricino della neonata. 

Una mattinata impossibile da dimenticare per la 38enne di origini colombiane: a svegliarla, attorno alle 6 di giovedì, sono state le urla provenienti dall'appartamento del piano di sotto. Non ha perso tempo: ha impugnato il telefono e ha chiamato la vicina di casa, con la quale ha un bel rapporto di amicizia, per sapere cosa stesse accadendo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Non sapeva di essere incinta, ho trovato la bimba nel vaso del gabinetto"

BresciaToday è in caricamento