Un vaso di troppo: lo zio e la nipote si picchiano e finiscono in ospedale

È successo nella tarda mattinata di martedì a Borgosatollo, sul posto due ambulanze e i Carabinieri di San Zeno

Foto di repertorio

BORGOSATOLLO. Parenti serpenti e anche piuttosto maneschi. Una delle più classiche discussioni tra vicini di casa, in questo caso anche parenti,  è degenerata nella violenza. Una 35enne e lo zio di 62 anni sono finiti in ospedale dopo esserle date di santa ragione nel cortile di una  cascina di via Brescia, dove entrambi risiedono. Il tutto è accaduto poco dopo le 11.30 di martedì mattina. 

Le scintille tra la nipote e lo zio sarebbero state originate proprio da un vaso di fiori che la donna, una 35enne, avrebbe spostato senza prima chiedere il permesso. Una mossa che il 62enne non ha affatto gradito: i due sono presto passati dalle parole ai fatti e avrebbero cominciato a scambiarsi spintoni e qualche sberla.

Ad avere la peggio è stato l'anziano, che nella colluttazione sarebbe caduto a terra, procuranodosi alcune lievi ferite alle gambe. L'animata litigata ha richiamato l'attenzione del vicinato, che ha allertato le forze dell'ordine. Sul posto sono giunte due ambulanze delle croce verde e i Carabinieri della stazione di San Zeno che hanno ricostruito quanto accaduto. 

Entrambi sono finiti in ospedale, ma in due nosocomi diversi: uno al Città di Brescia, l'altra alla Poliambulanza. Per loro solo lievi escoriazioni, giudicate guaribili in pochi giorni. 

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

  • Lo spioncino digitale per la porta di casa

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Nadia Toffa, al funerale c'era l'ex fidanzato: quando parlò di figli e matrimonio

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

  • Da un piccolo allevamento a un impero da 50 milioni: morta Elvira Crescenti

Torna su
BresciaToday è in caricamento