Cronaca Borgosatollo / Via del Canneto

La cagnolina Margo è scomparsa, 5.000 euro di ricompensa a chi la ritrova: "È stata rapita"

Per la ricerca dell’esemplare di Jack Russell, sparito nel nulla la sera del 25 gennaio, sono scesi in campo anche i cani molecolari

Addolorate e demoralizzate: così si sentono Giulia Coppini e la madre da quando non hanno più notizie della loro amata cagnolina. Margo, questo il nome dell'animale, è scomparsa la sera del 25 gennaio dal cortile della cascina-scuderia Ippokampo di Borgosatollo, dove vive. E loro l’hanno cercata ovunque, con l’aiuto di numerose persone radunate sui social, dei volontari di diverse associazioni del territorio e pure con i cani molecolari, arrivati da Genova per fiutare le tracce dell’amata Jack Russell che vive con loro da 9 lunghi anni. 

Le due donne sono certe che Margo sia viva e che non sia fuggita, ma che sia stata ‘rapita’ da qualcuno. Un’ipotesi formulata proprio a conclusione delle ricerche dei cani molecolari: “Lo scorso martedì sera Margo è uscita con gli altri cani del maneggio per fare i suoi bisogni e non è più rientrata - ci raccontano -. Ci siamo allarmate subito perché è una cagnolina che praticamente vive in simbiosi con noi: ci sembra quindi impossibile che si sia allontanata. Infatti i cani molecolari, addestrati nella ricerca di cellule vive, hanno fiutato la sua presenza in una cascina a 200 metri dalla nostra; quella è l’ultima traccia che abbiamo. Probabilmente è stata catturata da qualcuno, perché all’intero del cascinale non c’è e i proprietari non avrebbero alcun interesse a tenerla”.

Presa con la forza e poi portata via, forse in un allevamento clandestino: “L’abbiamo cercata ovunque a Borgosatollo, come nei paesi limitrofi, ma di lei non c’è traccia. Le segnalazioni sono state numerose, ma tutte le volte si trattava di altri cani e non della nostra Margo. Temiamo che dietro alla sua sparizione ci sia una banda specializzata nel rapimento di cani di razza, che poi vengono rivenduti oppure fatti accoppiare per poi vendere i cuccioli. La sola idea che sia chiusa in una gabbia, chissà dove, ci terrorizza.”

Un buisness illegale che sarebbe molto diffuso, oltre che redditizio. Per questa ragione le padrone della cagnolina offrono una lauta ricompensa a chiunque la riporti a casa: “Per noi  è a tutti gli effetti un membro della nostra famiglia: siamo disposte a pagare qualsiasi cifra, anche 5000 euro, ma riportateci Margo”. Questo il disperato e accorato appello delle due donne. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La cagnolina Margo è scomparsa, 5.000 euro di ricompensa a chi la ritrova: "È stata rapita"
BresciaToday è in caricamento