rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca Borgosatollo

Padre di famiglia spacciava al bar, la droga nascosta nelle mutande

In manette un 37enne di origini colombiane, da qualche tempo disoccupato: è stato beccato dai carabinieri in flagranza di reato a Piffione di Borgosatollo

Insospettabile padre di famiglia spacciava droga all'esterno di un bar di Piffione a Borgosatollo (ovviamente i titolari ne erano all'oscuro): da qualche tempo disoccupato, per guadagnare qualche soldo si era “reinventato” come pusher, spacciatore di hashish. E' stato beccato in flagranza di reato e arrestato dai carabinieri.

Ha 37 anni, P.J. le sue iniziali, di origine colombiana e residente in paese: addosso nascondeva 16 dosi di hashish pronte alla vendita, otto di queste nelle mutande. Da tempo la situazione era monitorata dai militari, che sono intervenuti dopo aver assistito in diretta allo scambio della merce.

I carabinieri erano appostati poco distante quando il 37enne ha consegnato la droga a un 26enne: anche il ragazzo è stato fermato e segnalato alla prefettura come consumatore di stupefacenti. E per il pusher colombiano non c'era modo di scappare.

Oltre alla droga in tasca anche un po' di soldi in contanti, a quanto pare il frutto dell'attività illecita. Lo scambio è avvenuto in pieno giorno, nel pomeriggio. Nella successiva perquisizione domiciliare – dove abitano anche i familiari – i militari hanno recuperato altri 50 grammi di hashish.

Inevitabili le manette: l'arresto è stato convalidato, e l'uomo scarcerato a margine del processo con rito direttissimo. Non andrà in carcere perché incensurato e senza precedenti: per lui comunque l'obbligo di firma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Padre di famiglia spacciava al bar, la droga nascosta nelle mutande

BresciaToday è in caricamento