Botte e minacce, marito violento accerchiato e arrestato dal benzinaio

Stalking e violenza, un'altra brutta storia: in manette il marito manesco, che non poteva più avvicinarsi alla donna ma che invece continuava a molestarla

Foto d'archivio

Un'altra brutta storia di stalking e violenza: un marito manesco, la moglie che trova il coraggio di denunciare, lui che non rispetta le disposizioni del giudice e continua a seguirla, infine il blitz e l'arresto da parte dei carabinieri. L'incubo è finito: è stato arrestato a Borgosatollo il 47enne di Montirone (di origini albanesi) che nelle ultime settimane perseguitava l'ex moglie, anche lei albanese e di qualche anno più giovane.

Giù il sipario, per fortuna: l'uomo è stato intercettato all'altezza del benzinaio di Via Brescia a Borgosatollo. Solo poco prima era stato visto dall'ex moglie, che la tallonava: è stata lei ad allertare il 112, e in pochi minuti sono arrivati i carabinieri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Con due pattuglie è stato accerchiato, non aveva più possibilità di allontanarsi in auto: ha deciso allora di provare a scappare a piedi, ma è stato rapidamente intercettato, prima dell'ultimo e maldestro tentativo, cercare di colpire i militari con pugni e gomitate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schiacciati da mutuo e prestiti, due figli a carico: cancellati debiti per 267mila euro

  • Niente norme anti-Covid, cuoco e pizzaiolo senza protezioni: chiuso ristorante

  • Crolla il balcone di un condominio: appartamenti inagibili, famiglie evacuate

  • Parrucchiere e cliente senza mascherina, salone chiuso dalla polizia

  • Si accascia sul divano e muore davanti al marito e ai figli: aveva solo 46 anni

  • Sputi, insulti, sassi contro auto e ciclisti: ora il paese ha paura della baby gang

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento