menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Pusher, ma con reddito di cittadinanza: spacciava fuori dalla scuola e dal cimitero

In manette un 57enne marocchino, padre di tre figli minorenni: in Italia dagli anni ’90, per lo Stato era disoccupato.

Per lo Stato non aveva mai lavorato negli ultimi 10 anni, tanto da avere accesso alla misura del reddito di cittadinanza. In realtà l’uomo una professione, e anche piuttosto redditizia, ce l’aveva: manteneva la moglie e i tre figli minorenni spacciando cocaina.

A scoprire il business illegale dell’uomo - un 57enne marocchino di casa a Borgo San Giacomo - sono stati i carabinieri. Insospettiti dall’ampia disponibilità economica del padre di famiglia, che si professava nullatenente, hanno cominciato a tenerlo d’occhio.

Ai militari sono bastati pochi giorni per smascherare il pusher -incensurato è in Italia dagli anni ’90 - che faceva la spola tra il bar del paese, la scuola media e il cimitero per piazzare le dosi di cocaina.

Lo hanno fermato in via del Soccorso, nei giorni scorsi, trovandogli adosso 10 dosi, per un totale di 5 grammi di cocaina. Durante il blitz nell’abitazione sono stati scovati 2000 euro in contanti, soldi ritenuti provenire dello spaccio, e il materiale per il confezionamento delle dosi.

Per il 57enne sono quindi scattate le manette per il reato di detenzione di stupefacente ai fini di spaccio. Sottoposto a rito direttissimo, il giudice ha convalidato l’arresto. Andrà in tribunale ancora, per affrontare la questione del reddito di cittadinanza: un altro giudice deciderà se revocare o meno la misura.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Quando ci si potrà spostare tra regioni: c'è una data per maggio 2021

Attualità

C'è chi spacca tutto, chi tenta il suicidio impiccandosi: "Qua dentro è una polveriera"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento